Emanuela Galli

Fabio Bonizzoni, La Risonanza, Emanuela Galli, Roberta Invernizzi - Handel: Le Cantate per il Marchese Ruspoli, Vol. 2 (2007)

Fabio Bonizzoni, La Risonanza, Emanuela Galli, Roberta Invernizzi - Handel: Le Cantate per il Marchese Ruspoli, Vol. 2 (2007)
EAC | FLAC | Image (Cue & Log) ~ 354 Mb | Total time: 74:03 | Scans included
Classical | Label: Glossa | # 4GCD 921522 | Recorded: 2005

In the autumn of last year Fabio Bonizzoni and La Risonanza embarked on a journey taking a fresh look – musicologically as well as musically – at the chamber cantatas to Italian texts and with instrumental accompaniment composed by Georg Frideric Handel during his stay in Italy. Where the first release on Glossa focused on works associated with Cardinal Pamphili in Rome, this new recording contains pieces – including the dramatic cantata Armida abbandonata and Handel’s ‘own’ Hunt Cantata – originating in the establishment of the Marquis Ruspoli and written for sopranos such asMargherita Durastante and Vittoria Tarquini.
Barbara Strozzi - Diporti di Euterpe - Emanuela Galli - Paul Beier - Ensemble Galilei

Barbara Strozzi - Diporti di Euterpe - Emanuela Galli - Paul Beier - Ensemble Galilei
EAC RIP | APE + CUE + LOG | NO COVER | 240Mb
Classical | Stradivarius STR 336087
Enrico Gatti, Ensemble Aurora - Alessandro Stradella: La Susanna (2004)

Enrico Gatti, Ensemble Aurora - Alessandro Stradella: La Susanna (2004)
EAC | FLAC | Image (Cue & Log) ~ 518 Mb | Total time: 52:09+47:34 | Scans included
Classical | Label: Glossa | # GCD 921201 | Recorded: 2003

A few years after the assassination of Stradella, Pierre Bourdelot and Pierre Bonnet-Bourdelot included a story of the episode in their Histoire de la Musique in 1715, and consequently the ‘legend of Stradella’ was born. According to the legend, Stradella had disappeared with the lover of a Venetian noble, who in response hired a band of assassins to pursue the lovers from city to city. In the booklet of this CD – with its recording from Enrico Gatti, his Ensemble Aurora and Emanuela Galli in the title role – are contained the latest results of Carolyn Gianturco’s investigation into the life and works of Stradella, including some completely new information. La Susanna, an erotic oratorio, was written by Stradella in 1681 on commission from Francesco II, Duke of Modena, who was very fond of the genre. A fine summary of the oratorio’s noteworthy qualities was put forth in a letter by a gentleman who had been present at rehearsals of its first performance. He wrote that he was ‘estatic about the sinfonias, about the variety of the arias, about the exquisiteness of the recitative and about the diversity and unexpectedness of the subjects and about the rarity of the basso continuo’.
George Petrou, Orchestra of Patras - Handel: Giulio Cesare (2010)

George Petrou, Orchestra of Patras - Handel: Giulio Cesare (2010)
EAC | FLAC | Image (Cue & Log) ~ 1.02 Gb | Total time: 75:50+78:48+77:23 | Scans included
Classical | Label: MDG | # 609 1604-2 | Recorded: 2008

It is a studio production with all the benefits of excellent acoustics, perfect balance, no disturbing noises from stage movements or audience reactions and the option to re-record momentary lapses. And there is another advantage: these studio sessions were based on a staged production at the Thesaloniki Concert Hall in March 2008! I suppose this is a misprint. If it is, this is the only error in this wholly delightful production.
Umberto Roberto - Roma capta. Il Sacco della città dai Galli ai Lanzichenecchi (Repost)

Umberto Roberto - Roma capta. Il Sacco della città dai Galli ai Lanzichenecchi
Italian | 2014 | 346 pages | ISBN: 8858113209 | EPUB | 0,6 MB

"Il 18 luglio del 386, al primo assalto dei Galli, l'esercito romano si sbandò. L'ala sinistra venne respinta nel fiume. In preda al panico, in una gigantesca rotta, molti affogarono, altri caddero schiacciati dai compagni in fuga. Metus Gallicus: il terrore per le orde galliche penetrò nella coscienza più profonda dei Romani, senza mai dissolversi, e riemerse nei momenti di maggiore emergenza". Dal nero giorno dell'Allia, i barbari evocano antichi incubi e sopite angosce. Funesti fantasmi che tornano realtà nell'agosto 410. Roma rivive la violenza terribile di un Sacco che umilia la città per secoli signora sulle genti. È solo l'inizio: nel 455 i Vandali entrano a Roma e la devastano indisturbati; passano meno di vent'anni e nel 472 di nuovo un Sacco dopo un lungo assedio. Infine la guerra greco-gotica, che annienta lo splendore della città antica: tra il 535 e il 552 Roma è per cinque volte sotto assedio..
Giorgio Galli, Francesco Bochicchio - Arricchirsi impoverendo. Multinazionali e capitale finanziario nella crisi infinita

Giorgio Galli, Francesco Bochicchio - Arricchirsi impoverendo. Multinazionali e capitale finanziario nella crisi infinita
Italian | 2018 | 363 pages | ISBN: 8857543935 | EPUB | 0,5 MB

Dopo "Scacco alla superclass" (Mimesis, 2016), Giorgio Galli e Francesco Bochicchio tornano in libreria con un saggio che intende fare chiarezza sul rapporto tra crisi e ruolo delle multinazionali. È corretto affermare che l'attuale situazione abbia coinvolto tutti i livelli della scala sociale, oppure qualcuno ne ha persino tratto vantaggio? Nella prima parte, il noto politologo Giorgio Galli dimostra che la crisi 2007/2016 ha impoverito principalmente le classi medie e lavoratrici dell'Occidente, mentre un centinaio di multinazionali, attraverso una serie di operazioni descritte nel dettaglio, hanno conosciuto un arricchimento senza precedenti. La seconda parte, del giurista e esperto finanziario e di diritto bancario Francesco Bochicchio, certifica la natura endogena della crisi. Contrariamente da quanto sostenuto da Schmidt e Robbins, l'economia attuale si è alterata a tal punto da non poter essere più considerata una scienza dei mezzi. L'opera a quattro mani di Galli e Bochicchio si propone di descrivere i danni causati da questa preoccupante mutazione.

Emanuela Scribano - Guida alla lettura dell'Etica di Spinoza (Repost)  eBooks & eLearning

Posted by Karabas91 at March 31, 2018
Emanuela Scribano - Guida alla lettura dell'Etica di Spinoza (Repost)

Emanuela Scribano - Guida alla lettura dell'Etica di Spinoza
Italian | 2014 | 192 pages | ASIN: B00KWALBN8 | EPUB | 0,5 MB

L'Etica di Spinoza è un testo complesso, sia per la particolare ampiezza e ricchezza tematica sia per lo stile espositivo scelto dall'autore che, sul modello di Euclide, organizza tutta la materia in definizioni, assiomi e teoremi. L'opera presenta inoltre una suggestiva commistione tra argomentazione razionale e scuola di vita, altro tratto tipico della filosofia classica. Il volume di Emanuela Scribano si presenta come un valido strumento per superare le difficoltà del testo spinoziano e giungere così alla comprensione dei principali argomenti toccati dal filosofo. Troppo spesso si tende a identificare l'Etica con le sue tesi più celebri, su Dio e sul rapporto di Dio con il mondo..

Carlo Galli - Perché ancora destra e sinistra  eBooks & eLearning

Posted by Karabas91 at March 4, 2018
Carlo Galli - Perché ancora destra e sinistra

Carlo Galli - Perché ancora destra e sinistra
Italian | 2013 | 94 pages | ASIN: B00EXQ7B0O | PDF | 1,5 MB

Carlo Galli non usa certo mezzi termini. E in questo densissimo, prezioso testo prende apertamente posizione sulla vexata quaestio della sopravvivenza o meno della coppia antitetica destra-sinistra. Seppur vulnerate dalla radicale trasformazione dello spazio politico, minacciate dagli effetti epocali della globalizzazione e della crisi dello Stato-nazione, difficili da riconoscere nella prassi politica quotidiana, tuttavia quelle categorie conservano ancora efficacia e significato.Marco Revelli, "Tuttolibri" Pagine densissime, che puntano a riconfermare la validità concettuale e politica della coppia destra-sinistra. Il punto di osservazione di Galli è quello di uno studioso che, proprio perché del Moderno conosce la logica, sa diagnosticarne e ne diagnostica senza nostalgie anche la fine.Ida Dominijanni, "il manifesto" Ma esistono davvero ancora destra e sinistra?

Stile Galante & Stefano Aresi - Porpora: L'amato nome (2018)  Music

Posted by SERTiL at Feb. 18, 2018
Stile Galante & Stefano Aresi - Porpora: L'amato nome (2018)

Stile Galante & Stefano Aresi - Porpora: L'amato nome (2018)
Classical, Vocal | WEB FLAC (tracks) & d. booklet | 720 MB
Label: Glossa | Tracks: 44 | Time: 147:50 min

Nicola Porpora’s Op1 set of Italian chamber cantatas receive a new and striking reading directed by Stefano Aresi, a leading interpreter of the Late Baroque composer. Neapolitan-born Porpora brough this nuove musiche with him in the early 1730s when he had set out for London (with his pupil Farinelli) to take advantage of the perceived wavering of Handel’s operatic fame there. Porpora, espying an opportunity there just as Handel himself had done before, quickly ingratiated himself with the nobility in Britain and his 12 cantatas, though probably written in Naples, were published under the patronage of Frederick Louis, Prince of Wales of Great Britain.
Vanni Moretto, Orchestra da Camera Milano Classica - Jommelli: L'Uccellatrice (2003)

Vanni Moretto, Orchestra da Camera Milano Classica - Jommelli: L'Uccellatrice (2003)
EAC | FLAC | Image (Cue & Log) ~ 216 Mb | Total time: 55:20 | Scans included
Classical | Label: Dynamic | # CDS 436 | Recorded: 2003

This delightful intermezzo per musica in two acts - recounting the old story of a naïve young nobleman and of a sly girl who, after a series of squabbles and pranks, following the best of traditions, declare eternal love to each other and decide to get married - has pleased audiences ever since its first performance at the San Samuele theatre in Venice in 1750, and is here recorded for the first time. At that time the intermezzo was already a well-defined and self-standing music form, detached from opera seria, with which, originally, it had been combined. It was also, however, in a declining phase and nearing its disappearance. And yet L'uccellatrice by Niccolò Jommelli enjoyed many performances (Leipzig, 1751; Bologna, Ravenna and Vicenza, 1753; Parma, 1756; Florence, 1760; Pescia, 1772) and was even translated into French, with the score adapted and enlarged.