Gustavo Santoalalla

Simon Bolivar Symphony Orchestra Of Venezuela - Gustavo Dudamel: The Liberator (OST 2014) [24bit/96kHz]

Simón Bolívar Symphony Orchestra Of Venezuela - Gustavo Dudamel: The Liberator (OST 2014)
FLAC (tracks) 24 bit/96kHz | Time - 54:09 minutes | 1,11 GB
Official Digital Download - Source: HDTracks.com | Digital booklet

Libertador, Gustavo Dudamel's first soundtrack, and first composition to be released worldwide. Gustavo originally arrived to this project as musical advisor. Sometime later, Gustavo said he had come up with a melody that could work for the start of the film. He went to the piano and began playing the melody. When he finished playing, I think both of us realized that he had begun composing our soundtrack. Dudamel, who consulted with filmscore master John Williams in the preparations for this assignment, describes his soundtrack as atmospheric, post-Mahlerian music, full of tension, hope and struggle. The Simón Bolívar Symphony Orchestra and guests from the world of Venezuelan folk music lend the score a distinctive and irresistible Latin American flavor.
Vienna Philharmonic Orchestra and Gustavo Dudamel - Mussorgsky: Pictures at an Exhibition (2016)

Vienna Philharmonic Orchestra and Gustavo Dudamel - Mussorgsky: Pictures at an Exhibition (2016)
Classical | MP3 CBR 320 kbps | 00:50:49 | 118 MB
Label: Deutsche Grammophon (DG) | Release Year: 2016

Celebrating ten years as an exclusive recording artist on Deutsche Grammophon, Gustavo Dudamels career has evolved from Venezuelan Wunderkind to one of the worlds most distinguished and sought-after Maestros. His upcoming recording, made in company with the Wiener Philharmoniker at Viennas Musikverein in April 2016, is an all-Russian album it couples two works by Mussorgsky, Pictures at an Exhibition, in Ravels magnificent orchestration, and A Night on Bald Mountain, with the famous Waltz from Tchaikovskys Swan Lake. The Viennese waltz kings and Dudamel gives this perennial ballet highlight a fresh, vibrant new reading - a perfect introduction to the festive season.

Gustavo Zagrebelsky - Fondata sul lavoro  eBooks & eLearning

Posted by Anthias_31 at Dec. 2, 2016
Gustavo Zagrebelsky - Fondata sul lavoro

Gustavo Zagrebelsky - Fondata sul lavoro
Italian | Einaudi | 2013 | ISBN: 8806217364 | 69 pages | EPUB | 3 MB

Il costituzionalismo ottocentesco, come dottrina politica nasce con un marchio classista che l'oppone alla democrazia. Ma basta aprire la nostra Costituzione all'articolo 1 per vedere quanto lungo sia stato il cammino che da allora è stato compiuto: "L'Italia è una repubblica democratica fondata sul lavoro". L'articolo 3 della Costituzione è uno svolgimento dell'articolo 1: "È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che, limitando di fatto la libertà e l'uguaglianza dei cittadini, impediscono […] la effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese". È bene tenerlo a mente, nel momento in cui azioni diverse compromettono il significato costituzionale del lavoro, e al tempo stesso, la dignità del lavoratore.
Daniel Barenboim, Staatskapelle Berlin, Gustavo Dudamel - Johannes Brahms: The Piano Concertos (2015) 2CDs

Johannes Brahms: The Piano Concertos 1 & 2 (2015) 2CDs
Daniel Barenboim, piano; Staatskapelle Berlin; Gustavo Dudamel, conductor

EAC | FLAC | Image (Cue&Log) ~ 415 Mb (incl 5%) | Scans included | Time: 01:42:06
Genre: Classical | Label: Deutsche Grammophon | # 479 4899 GH2

The old model for creating a hit classical recording – big-name soloist plus big-name conductor in major repertory work – is not so common anymore, but this live Brahms recording from the Staatskapelle Berlin under Venezuela's Gustavo Dudamel, with Argentine-Israeli-Palestinian-Spanish pianist Daniel Barenboim as soloist, shows that there's life in the concept yet. One could point to the virtues of pianist and conductor separately: it's a rare septuagenarian who can combine power and clear articulation of detail the way Barenboim does, and Dudamel builds a vast sweep in, especially, the Piano Concerto No. 1 in D minor, Op. 15. But it's the way that the two work together that really makes news. Chalk it up to shared South American heritage or to whatever the listener wants, but the way the orchestra and piano define separate spheres and work them together is extraordinary. Again, it is in the Piano Concerto No. 1 and its Beethovenian drama that their mutual understanding is most evident, but there is a sense of great variety powerfully unified throughout.
Mario Brunello e Gustavo Zagrebelsky - Interpretare. Dialogo tra un musicista e un giurista

Mario Brunello e Gustavo Zagrebelsky - Interpretare. Dialogo tra un musicista e un giurista
Italian | Il Mulino | 2016 | ISBN: 8815264183 | 144 pages | EPUB | 1 MB

Quanto spazio concedono alla libertà dell'interprete un testo sacro come una sonata di Beethoven o un articolo della Costituzione? Nella musica così come nel diritto, di fronte a una legge o a una suite di Bach, l'interprete si muove sempre in una delicata zona di confine che si situa tra l'eseguire e il creare. Dall'anelito alla perfezione alla deriva dei virtuosismi, dal gusto dell'improvvisazione alla necessità dell'innovazione, il compito più alto, e arduo, dell'interprete è quello di farsi tramite fra passato e futuro.

Los dientes de la eternidad, De Jorge Garcia y Gustavo Rico  Comics

Posted by Coda at Nov. 20, 2016
Los dientes de la eternidad, De Jorge Garcia y Gustavo Rico

Los dientes de la eternidad, De Jorge Garcia y Gustavo Rico
Norma Editorial, 2016 | Spanish | CBR | 218 págs. | 115 MB

De la contraportada: Noruega, finales del siglo IX. El viejo Gylfi ha traicionado a su amigo Einar y quiere lavar esa culpa peregrinando al Ásgard, hogar de los antiguos dioses. Pero su viaje no sale según lo previsto, pues esa tierra milagrosa atraviesa su peor momento: hordas de demonios amenazan sus fronteras desencadenando el crepúsculo de los dioses. Sin querer, Gylfi se ve envuelto en este mítico combate.

Gustavo Zagrebelsky - Senza adulti  eBooks & eLearning

Posted by Anthias_31 at Nov. 16, 2016
Gustavo Zagrebelsky - Senza adulti

Gustavo Zagrebelsky - Senza adulti
Italian | Einaudi | 2016 | ISBN: 8806229133 | 112 pages | EPUB | 3 MB

Tutte le società possono perire, corrompendosi dal loro interno. Come gli organismi, possono degenerare. Per rigenerarsi, occorre mettere fine a qualcosa del passato, rinunciare a qualcosa cui si è fatta l'abitudine. Si dice che, per vivere, occorre saper morire: del tutto, se la degenerazione è inarrstabile; in parte, se è ancora rimediabile. Nel discernimento di ciò che è vivo e ciò che è morto dovrebbe consistere la politica. L'ideologia odierna è l'esatto contrario: la crescita e lo sviluppo che non ostacolano, ma moltiplicano i fattori della degenerazione. Così, al di là di vuoti e ipocriti discorsi a favore dei cosiddetti diritti delle generazioni future, la presente, credendo di salvare se stessa, sta lavorando contro. Come le età della vita si stanno contraendo nella sola giovinezza, così le generazioni corrono il rischio di ridursi a quella presente che opera credendo di potere disporre illimitatamente e immediatamente delle risorse che la terra, ancora per poco, è capace di offrire.
Gustavo Zagrebelsky - La legge e la sua giustizia. Tre capitoli di giustizia costituzionale [Repost]

Gustavo Zagrebelsky - La legge e la sua giustizia. Tre capitoli di giustizia costituzionale
2012 | ASIN: B009RKRLNI | Italiano | 419 pages | EPUB | 1.6 MB
Daniel Barenboim, Staatskapelle Berlin, Gustavo Dudamel - Brahms: Piano Concertos (2015) [24/96]

Daniel Barenboim, Staatskapelle Berlin, Gustavo Dudamel - Brahms: Piano Concertos (2015)
FLAC (tracks) 24-bit/192 kHz | Time - 102:06 minutes | 1,71 GB
Studio Master, Official Digital Download | Artwork: Digital booklet

This alliance of marquee names proves to be a resounding success, thanks partly to the robust personalities of Barenboim and Dudamel, and partly to the choice of material, showcasing the early and late Brahms.

Gustavo Corni, "Ghetti: L'anticamera dello sterminio"  eBooks & eLearning

Posted by TimMa at Aug. 27, 2016
Gustavo Corni, "Ghetti: L'anticamera dello sterminio"

Gustavo Corni, "Ghetti: L'anticamera dello sterminio"
Giunti | 1999 | ISBN: 8809013654 | Italian | PDF | 61 pages | 0.8 Mb

L'istituzione dei ghetti ebraici accompagna l'avanzata tedesca nei territori orientali: prima in polonia, fin dal 1939, poi in Unione Sovietica dal 1941. Da Lodz a varsavia, da Minsk a Kaunas il ghetto diventa una caratteristica dell'occupazione tedesca, momento centrale- e contraddittorio- nella politica antiebraica del nazismo. Eppure quella dei ghetti è una storia ancora in buona parte da scrivere. Una storia fatta di sofferenza e ambiguità, di eroismi e paure, di centinaia di migliai di vicende individuali. Una storia in cui le domande restano ancora più delle risposte.